Informazioni Prodotti

MOBILI ORIENTALI PROVENIENTI CINA , MONGOLIA E TIBET

Terre D’Oriente arreda i più intimi angoli della casa con armadi, credenze, sedie e poltrone, tavoli bassi e alti, tavolini da thè, angoliere, letti, mobiletti, comodini, paraventi, bauli e panche da preghiera dai sontuosi intagli, dorature e laccature in arrivo dall’Oriente. Il rosso e il nero delle lacche dei mobili e degli oggetti che vi proponiamo, evocano le atmosfere delle antiche dinastie cinesi.

Un vasto assortimento di credenze di tutte le tipologie, misure e qualità, abbelliscono il nostro  Show Room.

Vi proponiamo gli armadi CINA, che un tempo facevano parte del corredo delle doti delle giovani cinesi, costruiti in legno di canfora o olmo, laccati o dipinti. La bellezza, la qualità e l’integrità delle decorazioni dei mobili mongoli hanno conquistato fin ora l’attenzione dei nostri clienti.

Trattiamo anche i mobili tibetani che sicuramente non passano inosservati, sia per la loro varietà di colori: verde, rosso giallo ed arancione, colori caldi per questo facili da ambientare, sia per la bellezza e la raffinatezza dei dipinti, rappresentanti motivi floreali o simboli del buddhismo tibetano.

OGGETTISTICA ORIENTALE PROVENIENTE CINA, TIBET, MONGOLIA, BIRMANIA E INDONESIA

PORCELLANE CINA ANTICHE, VECCHIE E NUOVE

Le decorazioni su ceramica e porcellana cinese risalgono a 7 mila anni fa e sono molto famose in tutto il mondo per le diverse tecniche decorative.

  • PORCELLANE CÈLADON

Celadon  è un pigmento acquamarina pallido. Il termine deriva dal francese “céladon” e si riferisce a un particolare tipo di porcellana ricoperta da una invetriatura trasparente e opaca. La splendida tonalità verde giada è dovuta alla combinazione dei colori dell’argilla (contenente ferro) con una vernice vetrosa che si ottiene cuocendo ciascun pezzo due volte. Sulla superficie del céladon si vedono delle incrinature, non sono delle imperfezioni, ma una caratteristica naturale chiamata cracklè.

  • PORCELLANE BIANCO BLU – TECNICHE DI LAVORAZIONE

La porcellana “bianca e blu” prende vigore soprattutto nel corso della dinastia Ming (1368-1644).

Il vasellame viene decorato con un pigmento blu, generalmente ossido di cobalto. La decorazione è  interamente eseguita a mano.

  • PORCELLANE LANGYAO –“SANGUE DI BUE”

Fra le porcellane monocrome si segnalano soprattutto le famose Langyao dell’imperatore Kangxi, note in occidente come “Sangue di Bue” per la particolare tonalità di rosso ottenuta con l’uso di rame nella vetrina.

Grazie alle numerose richieste provenienti dai mercati europei la produzione di porcellane a smalti policromi ,a partire dal XVII secolo, sono state suddivise in famiglie, Famiglia Verde, Famiglia Gialla, Famiglia Rosa, Famiglia Nera, in base ai colori predominanti nella decorazione.

  • TECNICHE DECORATIVE SULLA PORCELLA

I maestri decoratori, oltre a  scegliere i pezzi di porcellana adatti, che richiamavano con le loro forme lineari gli oggetti dell’antica produzione cinese (vasi,potiches,cachepot) dipingevano anche gli oggetti della quotidianità: vasi, piatti, piccoli vassoi rettangolari, tazze da tè,  teiere, ciotole.

Gli artisti cinesi hanno da sempre usato le loro immagini per esprimere l’arte; la loro abilità e sensibilità nel cogliere i minimi dettagli, rendono le loro opere sublimi.

Le decorazioni orientali cinesi e giapponesi, infatti, sono state da sempre apprezzate da noi occidentali. Tra le figure che le famose porcellane rappresanto, donne cinesi in abiti tipici, paesaggi oppure uccelli e fiori, frasi di un poema o di una poesia, testimoniano scenari di vita quotidiana.

Abbiamo una ricca e ampia esposizione di queste porcellane.

VASI E ORCI MONOCOLORE IN TERRACOTTA SMALTATA – Bellissimi vasi in terracotta smaltata di colore verde, di bella manifattura interamente eseguiti a mano.

PIASTRE IN TERRACOTTA ANTICHE CINA – piastre antiche in terracotta smaltata verde, di pregiata e rara manifattura che  si possono utilizzare come divisori o porte finestre.

CAVALLI IN TERRACOTTA E TERRACOTTA INVETRIATA – cavalli in terracotta di nuova e pregiata manifattura, realizzati da maestri ceramisti tramite lavorazioni che rispecchiano procedimenti di tecniche antiche.

TEIERE IN TERRCOTTA DI YI XING – sono splendidi manufatti provenienti dalla provincia di Kiangsu e sono realizzate in terracotta da abili maestri vasai,con un mix di argille locali. Le Yi Xing sono delle teiere di piccole dimensioni che vengono utilizzate per la cerimonia del thè. Si dividono in teiere dalle forme geometriche e riproduzioni naturalistiche che richiamano gli elementi.

Nella nostra esposizione, ci sono inoltre pezzi unici con incisioni a forma di drago, buddha o decorati con antiche scritte, interamente eseguiti dai maestri artigiani.
VASI E OGGETTISTICA IN CLOISONNE CINA – JINGTAILAN

  • LA LAVORAZIONE “ CLOISONNE’ “

La parola francese “cloissonè” che indica un oggetto smaltato, è un articolo tipico di Pechino che ha alle spalle 500 anni di storia. All’epoca tale lavorazione era molto limitata poiché riservata solo alla corte imperiale, nasce infatti come lavoro commissionato dall’imperatore.

La tecnica attuale prevede dei processi molto lunghi e i manufatti sono di una bellezza straordinaria. I processi principali della lavorazione Jitailan- sono i seguenti: preparazione dello stampo di rame, incollatura dei fili in rame sullo stampo, saldatura del disegno, smaltatura, cottura ( fatta per tre volte), lucidatura, doratura sui fili di rame. La colla adoperata è vegetale mentre gli smalti impiegati sono tutti minerali.

Da noi troverete una vasta scelta di cloisonnè: vasi di diverse forme e decori, piatti, campanelli e animaletti.

STATUE LINEE, BRONZI E ARGENTI – antiche e nuove statue linee rappresentanti divinità buddhiste e induiste di varie dimensioni. La raffinatezza degli intagli e dei particolari delle nostre statue, anche in questo caso, è data dalla mano esperta degli artisti del settore.

I nostri bronzi sono stati acquisiti per la loro qualità di fusione. Abbiamo bronzi antichi Epoca fine ’800 e inoltre bronzi di vecchia e nuova fattura. I soggetti di questi bronzi son Buddha, monaci, saggi, divinità indù, cani di Fò, draghi, elefanti, animaletti, donne stilizzate.

CAMPANE TIBETANE DI ANTICA VECCHIA E NUOVA MANIFATTURA

Un altro articolo da noi trattato con tanta passione sono le Campane tibetane che selezioniamo con cura in base alla qualità di fusione e suono.

Ci distinguiamo sul mercato per la collezione di campane vecchie e antiche e siamo alla continua  ricerca di pezzi rari come Jambati, Ultabati, Manipuri, Mani, Naga, Cobrebati.

Le campane antiche sono rare poiché composte da una particolare lega de sette metalli, ognuno dei quali legato a uno dei pianeti del nostro sistema solare, la loro fusione è ancor oggi oggetto di mistero. Siamo riusciti a reperirle dopo anni di ricerca.

Nella nostra esposizione potete trovare campane di diversi prezzi, che incantano con il loro suono clienti appassionati.

PIETRE DURE GIADA – grande varietà di oggettistica in pietra dura di giada, corniola, quarzo rosa e occhio di tigre, lapislazzuli e altre pietre di varie forme e dimensioni.

DISCHI GIADA “BI” ( CINESE “ PINYN) – manufatti di giada, copie di reperti dell’antico neolitico cinese. Sono essenzialmente dischi di giada con foro circolare al centro, di dimensioni 25-30cm; con e senza decorazioni.

PENNELLI – pennelli con manico in pietre dure. Hanno varie dimensioni, si possono utilizzare per la calligrafia più sottile e minuta grazie al pelo natutale di bue che permette una volta a contatto con l’acqua compattezza e assottigliamento della punta per una precisione della tecnica artistica.

QUADRI CINESI E DIPINTI INDONESIANI A COLORI VEGETALI

I quadri si distinguono per la loro particolare tecnica artistica e sono dipinti ad acquarello o china; raffigurano temi diversi quali le dinastie familiari, fiori, uccelli o paesaggi. Sono stati realizzati da artisti cinesi di talento su materiali come: tela, vetro, porcellana, o carta di riso. I dipinti provenienti Bali (Indonesia) sono su tela, a colori vegetali ( si tratta di rappresentazioni del testo epico indu “Ramayana”).

STAMPE GIAPPONESI ANTICHE E NUOVE –

Le stampe sono realizzate con la tecnica della xilografia, si tratta di un’incisione in rilievo che utilizza una matrice di legno ed è il più antico procedimento di stampa. Il disegno sulla tavola è realizzato in rilievo. L’incisione è praticata scavando con attrezzi adatti tavolette di legno, per incidere si usano sgorbia e coltello.

 

Alcune Stampe Giapponesi presenti nel nostro spazio espositivo:

Utagawa kunisada II (Edo 1823 – 1880) Opera: La coppia di attori Odawara,1870 c.a.

Noshik-e –       Silografie a colori, firmata “Kunisada hitsu”

Formato-         oban tate-e (mm356x241)

Utagawa kunisada III (1848 – 1920) – Opera: Attori nei panni dei Fratelli Soga, 1893

Noshik-e –       Silografie a colori. Tinture su carta del Giappone detabile alla fine del XIX secolo.

Formato-         Tittico oban tate-e (mm.caduna circa 353 x 235)

Editore –          Tsutsumi Kichibei

Hiroshige Ando (Edo 1797 – 1858 ) Opera: Kanagawa 4° stazione, 1833-34

Utgawa Kunisada III è stato un incisore ukiyo-e della scuola Utagawa

Nishiki-e –       Silografia a colori, firmata in lasta “Hiroscighe ga”

Serie-              Le 53 stazioni della Tokaido detta Hoeido Tokaido

Formato-         oban yoko-e (mm223x351)

Hiroshige Ando (Edo 1797 – 1858 ) Opera:Hodogaya,1834

Nishiki-e –       Silografia a colori, firmata in lasta “Hiroscighe ga”

Serie-              Le 53 stazioni della Tokaido detta Hoeido Tokaido

Formato-         oban yoko-e (mm223x351)

Una bella serie di silografie a colori uccelli e paesaggi in formato (mm210 x290) – KONO BAIREI (Kioto 1844 – 1895)- edizioni 1911 –

Titoli : “La cinciallegra con il ramo nel becco”,” Tre cormorani intenti nella pesca”, “Il ritorno dei aironi”, “La coppia di uccelli lira nel volo”, “Sulle rive del torrente”, “Il gallo e la gallina”.

I PANNELLI CINA, MONGOLIE E TIBET – I pannelli sono in tinta di legno naturale finemente intagliati, decorati e laccati.  Sono molto apprezzati dagli architetti e arredatori per la loro bellezza e design.

BAULETTI, SCATOLE E CONTENITORI PROVENIENTI CINA TIBET E BIRMANIA– i bauletti e le scatole sono oggetti di rara bellezza dalle forme più originali. Sono eseguiti con tecniche diverse: laccature, lavorazioni a pastiglia, dai raffinati intagli o inserti di  porcellane antiche. Un tempo facevano parte del corredo delle donne della Cina e del Tibet e servivano per riporre i monili e i trucchi. I contenitori birmani di rara fattura si distiunguono per la raffinatezza dell’esecuzione delle decorazioni minute, rappresentanti scene del testo epico indu “Ramayana”.

CONTENITORI PORTA RIVISTE CINA E TIBET – sono particolari e tipici contenitori cinesi nati come mezzo di misurazione del riso o porta acqua, in chiave moderna trasformati in unici porta riviste che per la loro bellezza danno un tocco di originalità ai nostri salotti.

GIOIELLI ORIENTALI

Una ricca gamma di gioelli illumina e impreziosisce la nostra vetrina. Anelli, ciondoli, colanne  e braccialetti, provenienti Tibet, Cina e Afghanistan, sono un’ottima idea regalo di bella fattura a costi accessibili. I materiali adoperati variano dal cloisonnè, pietre dure, osso, fino al pregiato corallo. Le lavorazioni che caratterizzano i nostri oggetti sono artigianali.

Sono inoltre presenti nella nostra esposizione colanne tibetane, mala da polso e ciondoli tibetani di buon auspicio.

INCENSO : L’incenso ha sempre rivestito un ruolo importante nella cultura tibetana. Offerto alle divinità, è usato molto frequentemente per purificare l’ambiente ed aiutare il rilassamento e la meditazione. Ancora oggi, viene prodotto esattamente secondo le antiche ricette dei Lama tibetani guaritori.

In nostro incenso tibetano non è composto da un mix di oli essenziali, ma da legni preziosi miscelati ad altri ingredienti naturali raccolti nell’ambiente incontaminato delle alte montagne himalayane, viene interamente prodotto a mano.

Dà un aiuto al rilassamento del corpo e della mente e alla purificazione delle nostre case. Abbiamo a vostra disposizione dieci tipologie di incenso tra cui il più noto Vajarayogini, incenso tipico per la meditazione. La sua composizione fatta da 25 tipi di erbe naturali è stata trovata su un antico testo tibetano. Il suo profumo è tutt’ora usato in tutti i monasteri e da tutte le famiglie che vivono in questi territori, il suo elemento principale è il sandalo.

TAPPETI ORIENTALI – interamente eseguiti a mano, con lane pregiate e colori vegetali, dalle fantasie più varie tra cui forme geometriche e motivi floreali. I tappeti provengono generalmente dall’Anatolia, Persia, Afghanistan, Pakistan e Cina, sono di diverse misure e qualità.