Hokusai, Il tempio di Honganji presso Asakusa,1830-32

VENDUTO

Katsushika Hokusai (1760–1849)
Titolo: Il tempio di Honganji presso Asakusa a Edo, Toto Asakusa Honganji, 1830-32
Serie: Trentasei vedute del Monte Fuji , Fugaku Sanjū rokkei, 1826-33
Tecnica: Nishiki-e Xilografia a colori
Formato: oban (mm. 270 x 400)
Edizione: Showa (1930-40 c.a)
Editore: Takamizawa (Sul retro troviamo il timbro in rosso dell’editore Takamizawa)
Descrizione: Splendida prova con ottimi colori. Impressa su carta del Giappone databile nella prima metà del XX secolo. In perfetto stato di conservazione. Completa della parte incisa con margini visibili su tutti i lati.  Questa caratteristica è estremamente rara nelle stampe di Hokusai. (vedi note generali).

Richiedi questo articolo
Inserisci il tuo nome
Inserisci il tuo cognome
Insert mail
Inserisci messaggio

Descrizione

IL TEMPIO DI HONGANJI PRESSO ASAKUSA A EDO, TOTO ASAKUSA HONGANJI, 1830-32

Asakusa era il distretto più popoloso di Edo ai tempi di Hokusai. Le sue strade erano affollate di negozi dove vivevano commercianti e artigiani. Uno dei punti di riferimento del distretto era l’enorme tempio Asakusa Honganji, costruito nel 1657, che apparteneva a un ramo di Kyoto Higashi Honganji, sede della setta orientale del Buddhismo della Scuola Pura (Jödo).

Iniziata nel tardo periodo Heian (tardo XI secolo), la setta della Terra Pura acquisì rapidamente un grande seguito. Aveva un semplice, compassionevole insegnamento: l’illuminazione (salvezza) poteva essere raggiunta non attraverso lo studio dei sutra o l’osservazione di rituali complicati, come richiesto in altre sette, ma semplicemente chiamando sinceramente il nome di Amida.  Questo insegnamento si diffuse rapidamente. Divenne la più grande setta buddista, con grandi templi in tutto il Giappone.

In questa composizione, Hokusai ha portato l’edificio del tempio così vicino al primo piano che è visibile solo il triangolo del frontone del tetto. Guardando in basso sul lato sinistro, si può osservare il mare di tetti e di case più piccole. La forma imponente e dominante del Monte Fuji è bilanciata dalla delicata impalcatura sulla sinistra. È un’impalcatura che si erge sopra un pozzo di scavo.
Sul tetto ripido del tempio, gli operai sono occupati a fare le riparazioni. Le loro posture esagerate e precise sono tratte dagli studi di Hokusai fatti di forma e movimento, che culminarono nella pubblicazione dei suoi quaderni di schizzi, i Manga.Un aquilone indica che la stagione è inverno, molto probabilmente il giorno di Capodanno. I giorni ventosi dell’inverno sono i migliori per gli aquiloni volanti, il simbolo del nuovo anno.Rosa pallido della nuvola e dell’aquilone ravviva i toni monocromatici del blu.

Note generali: Margini
Per le stampe di Hokusai venivano usati dei registri che permettevano di stampare tutto il foglio e le piccolissime parti bianche che rimanevano lungo i bordi venivano di regola tagliate senza troppo curarsi se in questa operazione si perdevano parti del disegno. È una caratteristica estremamente rara quando si incontra, come in questa stampa,  questi margini bianchi.