ARTICOLO VENDUTO

240,00 192,00

Katsushika Hokusai (17601849)
Tecnica:Nishiki-e Silografia a colori, firmata in lastra: Zen Hokusai Iitsu hitsu
Serie: Le trentasei vedute del Monte Fuji, Fugaku sanju rokkei ,1830-32
Titolo: Shinagawa sulla via di Tōkaidō ,Tōkaidō Shinagawa Goten’yama no Fuji ,1830-32
Formato: Kouban (mm. 187×268 c.a.)
Edizione:
Showa (1950-60 c.a)
Editore: Pubblicata dal Museo Nazionale di Tokyo (Sul verso troviamo il timbro in rosso).
Descrizione: Superba e rarissima prova con colori brillanti. Impressa su carta del Giappone washi databile nella seconda metà del XX secolo. In eccezionale stato di conservazione con margini visibili su tutti i quattro lati. Questa caratteristica è estremamente rara.

Richiedi questo articolo
  • Utilizzando questo modulo accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web.
Inserisci il tuo nome
Inserisci il tuo cognome
Insert mail
Inserisci messaggio
Si prega di accettare la casella di controllo della privacy.
COD: QU-39 Categoria:

Descrizione

Questa bellissima e rara stampa proviene da una preziosa collezione del Museo Nazionale di Tokyo. Le stampe di questa serie sono state stampate secondo i più elevati standard di qualità con colori e dettagli eccellenti.

Nel porticciolo turistico di Shinagawa, si osserva un paesaggio di casette da tè affastellate l’una accanto all’altra, lungo la riva del mare. I viaggiatori tra cui uomini, donne e bambini percorrono queste strade. Sono all’inizio del loro viaggio sulla Tōkaidō. Shinagawa era la prima stazione di posta che si incontrava sul loro cammino.

La bellezza di questa stampa, sta nell’arguzia di Hokusai nel raffigurare tra le verdi colline, rami di ciliegio protesi verso il cielo, carichi di fiori. In lontananza, tra questi rami si intravede il maestoso monte Fuji.

Fukikuru kaze wa
hana no ka zo suru”.

 “Le montagne primaverili
avvolte nella foschia
sono lontane,
ma il vento che ne spira
profuma di fiori.”
di Ariwara no Motokata

Note generali: Margini

Per le stampe di Hokusai venivano usati dei registri che permettevano di stampare tutto il foglio e le piccolissime parti bianche che rimanevano lungo i bordi venivano di regola tagliate senza troppo curarsi se in questa operazione si perdevano parti del disegno. È una caratteristica estremamente rara quando si incontra, come in questa stampa, i margini bianchi.