OFFERTA DEL MESE Hokusai, Il villaggio di Sekiya sul Sumida, 1830-32

390,00 250,00

Katsushika Hokusai (1760–1849)
Titolo: Il villaggio di Sekiya sul Sumida, Sumidagawa Sekiya no sato, 1830-32
Serie: Trentasei vedute del Monte Fuji , Fugaku Sanjū rokkei, 1826-33
Tecnica: Nishiki-e Xilografia a colori, firmata in lastra Saki no Hokusai Iitsu hitsu
Formato: oban (mm. 270 x 400)
Edizione: Showa (1930-40 c.a)
Editore: Takamizawa (Sul retro troviamo il timbro in rosso dell’editore Takamizawa).
Descrizione: Splendida prova con ottimi colori. Impressa su carta del Giappone databile nella prima metà del XX secolo. In perfetto stato di conservazione. Completa della parte incisa con margini visibili su tutti i lati.  Questa caratteristica è estremamente rara nelle stampe di Hokusai. (vedi note generali).

Richiedi questo articolo
  • Utilizzando questo modulo accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web.
Inserisci il tuo nome
Inserisci il tuo cognome
Insert mail
Inserisci messaggio
Si prega di accettare la casella di controllo della privacy.

Descrizione

Descrizione stampa:

Mentre il lontano Fuji ricoperto di neve diventa rosso all’alba, tre cavalieri a cavallo galoppano a tutta velocità lungo la riva del fiume Sumida. È quasi cinematografico: la ritmica ripetizione dei cavalieri sulla strada tortuosa contrasta con la montagna statica solitaria.

Note generali: Margini

Per le stampe di Hokusai venivano usati dei registri che permettevano di stampare tutto il foglio e le piccolissime parti bianche che rimanevano lungo i bordi venivano di regola tagliate senza troppo curarsi se in questa operazione si perdevano parti del disegno. È una caratteristica estremamente rara quando si incontra, come in questa stampa,  questi margini bianchi.

Le trentasei vedute del monte Fuji di Hokusai

È la serie silografica che ha conclamato Hokusai come massimo maestro dell’ukiyoe a livello internazionale. Chiunque, anche se non conoscesse il nome dell’artista o della serie in questione, ha sicuramente incrociato, seppur in riproduzione l’immagine che ne è diventata l’icona centrale, La grande onda presso la costa di Kanagawa, nota anche come La grande Onda.