Tsukioka Yoshitoshi, Monte Tobisu Dawn Moon,1886

2.180,00

Artista: Tsukioka Yoshitoshi (1839 – 1892)
Titolo opera: Monte Tobisu Dawn Moon,1886
Serie: Cento aspetti della luna, Tsuki hyakushi ,1886
Nishiki-e  Silografia a colori
Formato: oban (mm. 236 x 352 c.a.)
Editore: Akiyama
Edizione: Periodo  Meiji (1886)

Splendida stampa originale con ottimi colori nella prima edizione della serie. La scritta sul margine sinistro è l’indirizzo dell’artista che appare solo nelle prime edizioni. Impressa su carta del Giappone databile nella seconda metà del XIX secolo.  In ottimo stato di conservazione completa della parte incisa con un buon margine tutt’intorno oltre la linea marginale. I due cartigli in alto a destra contengono il titolo della stampa e il nome della serie. Stupendamente disegnata ed eccezionalmente ben stampata.

Richiedi questo articolo
  • Utilizzando questo modulo accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web.
Inserisci il tuo nome
Inserisci il tuo cognome
Insert mail
Inserisci messaggio
Si prega di accettare la casella di controllo della privacy.

Descrizione

Questa preziosa stampa proviene dalla più famosa serie di successo di Yoshitoshi, “100 Aspetti della luna” .

La serie è stata considerata la sua opera migliore e significativa che ha impegnato gli ultimi sette anni della sua vita. Ogni nuova stampa di questa serie è stata pubblicata a intervalli di pochi mesi. L’interesse pubblico per la serie è stato aprezzato e ha reso Yoshitoshi, dopo anni di difficoltà finanziarie, famoso. La maggior parte delle stampe sono tratte da scene di storia e mitologia cinese e giapponese e ognuna contiene un’immagine della luna. Yoshitoshi era tuttavia scettico sulla corsa alla modernizzazione del Meiji ed è generalmente accettato che la serie sia un riflesso del passato, nonostante stilisticamente guarda verso il futuro. Le opere rimangono uniche e facilmente riconoscibili e estremamente ricercate dai collezionisti.

La stampa illustra una scena importante nella battaglia ai piedi del Monte Tobishu nel 1525, quando Tokugawa Ieyasu, fondatore dello shogunato Tokugawa, ruppe l’assedio al castello di Nagashino e sconfisse l’esercito del suo nemico Takeda Shingen. Fu aiutato da un fedele servitore di nome Sakai Tadatsugu, che viene mostrato qui in piedi in cima a una collina per sorvegliare l’attacco all’alba.

Con una mano sopra la fronte si ripara la vista dalle primi luci del giorno, mentre guarda in lontananza le sue truppe in battaglia. Il suo standardo personale è sormontato da un teschio umano. L’immagine in primo piano del generale è un’imponente figura dai colori scuri contro il cielo notturno dolcemente sfumato. Una grande composizione, con la punta della lancia che si estende oltre il bordo superiore dell’immagine.

Yoshitoshi lo ha scambiato per un altro generale. Infatti, il cartiglio del titolo identifica erroneamente il guerriero qui come Toda Hanbei  Shigeyuki, un altro sostenitore di Ieyasu, che era anche conosciuto come Toda Tadatsugu.

Nel 1575 le forze di Oda Nobunaga e il suo servitore Tokugawa Ieyasu sconfissero l’esercito del clan Takeda. Il castello era posto sotto assedio da parte delle forze di Takeda Katsuyori sin dal 17 giugno dello stesso anno; Okudaira Nobumasa, un vassallo di Tokugawa, era al comando delle forze difensive. Le truppe del clan Takeda attaccarono poiché il castello rappresentava una minaccia per le linee di rifornimento.
Sia Tokugawa Ieyasu  che Oda Nobunaga  mandarono truppe per rompere l’assedio, e le loro forze combinate riuscirono a sconfiggere Takeda Katsuyori. L’abilità nell’utilizzo di armi da fuoco da parte di Nobunaga per avere la meglio sulle tattiche di cavalleria di Takeda è spesso citata come un punto di svolta nella tecnica militare giapponese: molti la citano come la prima battaglia giapponese “moderna”. La carica di cavalleria era stata introdotta solo una generazione prima dal padre di Katsuyori, Takeda Shingen; per altro, le armi da fuoco erano già state usate in battaglie precedenti. L’innovazione di Oda Nobunaga furono gli steccati di legno e le scariche di fuoco a rotazione che portarono ad una decisiva vittoria a Nagashino.
Questa fu un’importante battaglia nella prima carriera militare di Ieyasu che lo portò a maturare nella sua lunga carriera che portò al suo dominio su un Giappone unificato venticinque anni dopo.

Yoshitoshi- Il maestro indiscusso dell’arte del periodo Meiji (1868-1912). 

Le xilografie di Yoshitoshi sono ora classificate accanto a quelle di Hiroshige, Hokusai e del suo ex maestro, Kuniyoshi. Yoshitoshi divenne un alunno di Kuniyoshi alla giovane età di undici anni e, nel 1853, disegnò la sua prima xilografia pubblicata all’età di quattordici anni. Fino al 1860, l’arte di Yoshitoshi era influenzata dallo stile dominante di Utagawa, ma dopo quella data scoppiò in una straordinaria forma di espressione artistica che era tutta sua. Le audaci combinazioni di colori combinate con posizioni drammatiche ed espressive hanno iniziato a farsi strada, influenzando rapidamente un’intera era dell’arte giapponese. Ciò è tanto più straordinario se si considera che per gran parte della sua vita Yoshitoshi era continuamente afflitto da gravi disturbi agli occhi e disturbi mentali.